Asset Publisher

From Perugia to Città di Castello over the Bocca Serriola Pass
Umbria by motorcycle

From Perugia to Città di Castello over the Bocca Serriola Pass

Natura, città d'arte e le migliori curve del nord dell'Umbria: da Perugia a Città di Castello

Fill your tank with petrol, check your tyres and then hop on your motorcycle. The E45 will take you from Perugia towards the hills heading to Cesena. Exit at Valfabbrica. Just further on is a stretch of road local bikers love for its many bends and the perfect road bed of Casacastalda. Remember to stay in the centre of your own lane – for your safety and that of others, and that pleasure is not measured in terms of speed! Drive to Gubbio, where the major points of interest are the Palazzo dei Consoli, the Sant'Ubaldo Basilica and the Santa Maria Nuova Cathedral. If it's time for lunch, order a plate of tagliatelle with a white truffles, or enjoy some local ‘street food' like the farmer's version of crescia al panaro, cooked in hot ashes, with a rabbit friccò, or have some brustengo, fried bread, with prosciutto or sausages. Sated, get on the road to Scheggia along another great road, and the route becomes even more interesting. From Apecchio head toward the Bocca Serriola Pass.

Marker
Tappa 1
Perugia

Capoluogo dell’Umbria e città d’arte tra le più dinamiche d’Italia, Perugia accoglie i suoi visitatori in un’atmosfera senza tempo, offrendo in ogni angolo la candida bellezza del suo prestigioso passato e la vitalità del suo fervido presente, connubio di modernità e tradizione. Importante centro etrusco, prosperoso Municipio romano, famosa città medievale, Perugia conserva gelosamente i resti delle antiche civiltà all’interno di un contesto culturale e sociale d’eccezione, dove tradizione enogastronomica e artigianale convivono con l’avanguardia di realizzazioni artistiche contemporanee e l’energia dei grandi eventi. Musei, laboratori di artigianato artistico, il gusto della cucina tipica più autentica, scorci incantevoli e viste mozzafiato sulla valle umbra. Perugia dispone di un immenso patrimonio artistico e culturale. Porte di accesso al centro storico, musei, chiese, monumenti, palazzi, torri, installazioni moderne e contemporanee: in ogni angolo e piazza della città si possono ammirare monumenti che testimoniano secoli di storia, arte e cultura. Tra saliscendi, strade, passaggi sotterranei, vicoli e scalinate, attraversare i suoi cinque rioni è un’esperienza unica, che ci sorprende già con la peculiarità della sua cinta muraria etrusco-romana e di quella medievale.

Read more
Marker
Tappa 2
Gubbio

Antica città le cui origini risalgono al culmine della civiltà umbra, come testimoniano le Tavole Eugubine. I Romani la designarono con il nome di Iguvium e poi Eugubium. Gubbio è tra le più antiche città dell'Umbria, meravigliosamente conservata nei secoli e ricca di monumenti che testimoniano il suo glorioso passato. Architettonicamente rappresenta il capolavoro della civiltà medievale e della società due-trecentesca, articolata nelle corporazioni di arti e mestieri. Gubbio ospita capolavori architettonici che simboleggiano e richiamano la potenza di questa città-stato medievale.

Read more
Marker
Tappa 3
Scheggia

L'importanza militare ed economica dovuta alla sua posizione fu all'origine del suo sviluppo, ma anche causa, dopo la caduta dell'Impero Romano, di violenti scontri tra Goti e Bizantini (VI secolo) e di successive contese tra Gubbio, Perugia, i Montefeltro e la Chiesa. Quest’ultima, dal XV secolo, mantenne la propria giurisdizione sul territorio fino all'Unità d'Italia. La riunione in un solo centro amministrativo dei due comuni, Scheggia e Pascelupo, avvenne nel 1870 allo scopo di ottimizzare risorse e strutture. Il nome più antico di Scheggia è Ad Hensem, legato alle vicende della Via Flaminia, lungo la quale sarebbe sorto un Tempio Romano dedicato a Giove Pennino. Da menzionare il Ponte a Botte, costruito sul torrente La Foce, lungo la Via Flaminia in direzione di Cantiano (chiamato così per la sua struttura a forma di Botte perfettamente circolare di 22 metri di diametro, detto anche Botte d'Italia).

Read more
Marker
Tappa 4
Città di Castello

Situata nel versante nord-occidentale dell'Umbria, Città di Castello si distende lungo l'Alta Valle del Tevere ai confini con la vicina Toscana e non distante dalle Marche. Il territorio regala piacevoli sorprese al visitatore: è un'area ricca di storia e di monumenti, con una cultura secolare in un ambiente dove il rispetto della natura è accompagnato ad una vitale realtà industriale. Fondata dagli Umbri, divenne municipio romano con il nome di Tifernum Tiberinum. Dopo aver subito diverse dominazioni e dopo essere stata saccheggiata e distrutta dai Goti di Totila (VI secolo d.C.) fu ricostruita e fortificata assumendo prima il nome di Castrum Felicitatis e poi, dal X secolo, quello definitivo di Castrum Castelli. Cinta per lunghi tratti dalle mura cinquecentesche, a Città di Castello il "respiro dell'arte" si può ritrovare nella suggestiva atmosfera del centro storico, nelle eleganti architetture rinascimentali, nei cortili e nei loggiati dei palazzi gentilizi, nei chiostri e nelle navate delle chiese. Da visitare, nel centro storico, la Pinacoteca comunale, in palazzo Vitelli alla Cannoniera: ampliata con nuove sale espositive conserva capolavori di Raffaello, Luca Signorelli, Ghirlandaio, Raffaellino del Colle e Pomarancio.

Read more

The road ascends gradually to start with and then becomes a veritable haven for bikers. The road bed is perfect with plenty of great bends and marvellous views. If you want to stop for a cup of coffee or a cool beverage, take a break just after Fraccano. There is a mountain refuge here with spectacular views and stone tables at which to relax. Once you are over the pass you'll soon reach Città di Castello, the birthplace of Alberto Burri. A visit to Palazzo Albizzini and the ex Seccatoi del Tabacco, the cathedral and Palazzo Vitelli alla Cannoniera are a great way to end this adrenaline-filled day. And when you're ready to leave, the E45 leads straight to Perugia.