I principali luoghi di produzione tradizionale sono: Perugia, Torgiano, Spoleto, Orvieto e Terni. In queste città, i maestri orafi hanno riportato alla luce la tecnica etrusca della granulazione consistente nel saldare diversi granuli d'oro sulla medesima lamina di materiale prezioso. In particolare, a Torgiano, si esegue la lavorazione con oro di alto titolo che conferisce alle opere un colore ed una delicatezza unica nel suo genere.