Aggregatore Risorse

Palazzo della Penna

Il palazzo della Penna, già dei Vibi, situato a Perugia tra viale Indipendenza e i Tre Archi, ha il suo ingresso in via Podiani, una traversa di corso Cavour.

Nacque come prestigiosa residenza della famiglia gentilizia degli Arcipreti della Penna, dove era conservata la celebre collezione di opere d'arte di Ascanio della Penna e del barone Fabrizio della Penna. Della collezione, venduta  alla fine dell’Ottocento in seguito ad alcune vicende giudiziarie, facevano parte pitture di Barocci, Bassano, Bellini, Bronzino, Canaletto, Caravaggio, Carracci, Pietro da Cortona, Giorgione, Guercino, Michelangelo, Perugino, Poussin, Raffaello, Reni, Rosa e Signorelli.

Una visita al palazzo vi permetterà sia di ammirare l’edificio, interessante stratificazione di differenti epoche storiche, sia di vedere le collezioni d'arte barocca e contemporanea in esso conservate.

L'edificio cinquecentesco è costruito sui resti dell'anfiteatro romano, riportati alla luce dai lavori di ristrutturazione avviati nel 1980. Da via Marconi è possibile riconoscere la torre e le mura medievali assorbite dal complesso, così come gli antichi casalini. Le finestre del primo piano, con la loro posizione parzialmente incassata, dimostrano la successione delle fasi costruttive della muratura. Il palazzo venne ristrutturato nei primi anni dell'Ottocento. 

Al primo piano sono alcuni dipinti del XIX secolo ispirati al Mito di Paride, firmati dall’artista umbro Antonio Castelletti. Dello stesso periodo sono le piacevoli vedute ideali all'interno della stanza dei Paesaggi, opera forse di Pasquale Angelici.  

Oggi il palazzo, adibito a museo civico, ospita due  importanti collezioni permanenti: al primo piano sono esposte le opere del pittore aereofuturista umbro Gerardo Dottori nella sezione "Dottori e i Futuristi umbri"; si scende poi, grazie alla scala elicoidale realizzata dal noto architetto Franco Minissi, alla grande sala voltata che ospita la collezione “Opera Unica - Joseph Beuys a Perugia”, sei grandi lavagne eseguite da Beuys in occasione del suo passaggio a Perugia nell’aprile 1980, durante un incontro dell’artista tedesco con Alberto Burri.

Durante l'anno il palazzo ospita inoltre mostre temporanee di celebri artisti provenienti da varie parti del mondo e dedicate soprattutto all'arte contemporanea, alla fotografia e alla storia artistica e culturale più recente della città.

 

Misure per il mese di maggio 2021

Orario di apertura
martedì – venerdì: 10.00-19.00
sabato, domenica e festività: ingresso su prenotazione fino a esaurimento posti

Le prenotazioni sono possibili dal lunedì fino alle ore 13.00 del venerdì, scrivendo a palazzodellapenna@munus.com e indicando nell’email giorno, ora d’ingresso e nomi dei visitatori.

Gli ingressi saranno permessi secondo i seguenti orari: 
1° ingresso: dalle ore 11.00 alle ore 11.30
2° ingresso: dalle ore 15.00 alle ore 15.30
3° ingresso: dalle ore 17.00 alle ore 17.30

Tempo di visita 1h circa
 

Esplora i dintorni
Le principali attrazioni nelle vicinanze