Aggregatore Risorse

Le ricette della tradizione

Panpepato di Terni

Porzioni
4 persone
Preparazione
30 minuti
Cottura
20 minuti
Preparazione

Difficoltà: bassa.
 

Mettete in ammollo l'uvetta.
Grattugiate il cioccolato e sminuzzate (non troppo finemente) le noci, le mandorle e le nocciole.
In un contenitore medio-grande, raccogliete la frutta secca che avete in precedenza sminuzzato e aggiungete, mescolando con un mestolo, il cioccolato grattugiato e i canditi.
Scolate l'uvetta e aggiungetela al resto della frutta secca, insieme alla cannella, alla noce moscata e al pepe.
Scaldate il miele e unitelo alla frutta secca e al resto degli ingredienti, continuando a mescolare bene.
A questo punto, unite la farina setacciata e mescolate il contenuto. Quando il composto avrà assunto una "forma" omogenea, realizzate due panetti di dimensioni uguali e infornateli per circa 20 minuti a 170 gradi.
Quando saranno passati 20 minuti, sfornate i due panetti e lasciateli raffreddare. Consigliamo di far passare almeno 24 ore prima di servirlo.

 

Il panpepato della città di San Valentino, ha ottenuto la denominazione Igp nel 2020. 

Questo dolce ternano risale al 1500 ma sembra abbia origini ancora più antiche.  Un vero e proprio concentrato di energia che lo rende, infatti, un dolce molto apprezzato durante il periodo natalizio.

Ogni famiglia ha una propria  rivisitazione, anche per questo è considerato un dolce popolare.