Itinerari della fede

Itinerario della Santità femminile

Itinerario della Santità femminile, dal nord al sud dell'Umbria lungo la vita e le testimonianze di sante e beate 

map thumbnail
Dal nord al sud dell'Umbria lungo la vita e le testimonianze di sante e beate 
Storie straordinarie. Edifici, dipinti preziosi ma anche oggetti di uso quotidiano: devi accostarti per far riaffiorare le esperienze spirituali che questi luoghi ancora emanano. Quest'itinerario è un omaggio alla Santità femminile alla quale Giovanni Paolo II, nella Mulieris Dignitatem, intendeva riconoscere il ruolo di protagonista della pace e del servizio alla vita e all'amore per il prossimo: l'Umbria ti offre sante, e mistichefiorite nei secoli, alle cui vite e testimonianze potrai ispirarti per il tuo percorso interiore.  

Parti dal nord dell'Umbria dirigendoti verso sud. A Città di Castello segui la vita di santa Veronica Giuliani (monastero delle Cappuccine di Santa Chiara) la cui simbiosi con Cristo si è materializzata nelle stimmate e della beata Margherita (chiesa di San Domenico) che ha trasformato le sue sofferenze fisiche in pienezza intellettuale e spirituale. 
Perugia trovi le tracce di beata Colomba da Rieti (ex monastero di San Pietro e chiesa di San Domenico) che per le sue capacità visionarie e taumaturgiche ha saputo operare per la pace nella città, all'epoca dilaniata da intense lotte. È nell'Umbria centro-orientale che si concentrano alcune delle testimonianze più rilevanti. Oltre a Santa Chiara d'Assisi (Porziuncola, monastero San Paolo delle Badesse, San Damiano, Basilica di Santa Chiara) che adolescente lasciò la casa paterna per seguire san Francesco e la sua vita. Ripercorri la storia di tre personalità che nella loro vita hanno dei percorsi differenti ma paralleli verso la perfezione cristiana: Santa Angela da Foligno (Basilica Superiore, chiesa di San Matteo, convento San Bartolomeo di Merano), beata Angelina da Montegiove (monastero di Sant'Anna) e Santa Chiara da Montefalco (chiesa di San Giovanni Battista, chiesa di Santa Croce).

Spostati alle pendici dell'Appennino umbro-marchigiano: sono particolarmente venerate Santa Rita da Cascia (monastero Santa Maria Maddalena, Roccaporena, santuario di Santa Rita, Collegiata di Santa Maria) invocata come "santa delle cose impossibili", e Santa Scolastica da Norcia (chiesa di San Benedetto, chiesa di Santa Scolastica e a Perugia abbazia di San Pietro) iniziatrice del monachesimo benedettino femminile. 
L'ultima tappa del tuo viaggio è a Narni, dove nasce la beata Lucia (chiesa di Sant'Agostino, chiesa di Santa Maria Maggiore) donna misticamente unita al Cristo fin da giovanissima.