I vini e l'olio

Grechetto di Todi

img

Il grechetto di Todi è un antico vitigno autoctono del territorio, già menzionato da Plinio il Vecchio nelle pagine della Historia Naturalis. 
L’autore, descrivendo un particolare tipo di vite, dal caratteristico retrogusto amarognolo scriveva: “Peculiaris est tudernis” ovvero: è tipico di Todi.

Dal 2003 è considerato geneticamente come unico e differente dal Grechetto di Orvieto. Seppur diversi, entrambi hanno comunque dei tratti identitari simili derivanti dalla comune appartenenza all'ampia famiglia dei Greci.
È prodotto sotto la denominazione Todi Doc, che comprende i comuni di Collazzone, Massa Martana, Monte Castello di Vibio e Todi.

Si tratta di un vino bianco dal colore giallo paglierino con riflessi dorati; l'odore è leggermente vinoso ma delicato, mentre il sapore può variare dal secco al leggermente abboccato, vellutato, pieno, con retrogusto lievemente amarognolo, fruttato, caratteristico.

È ottimo per accompagnare primi piatti non molto strutturati, carni bianche, pesce alla griglia e formaggi a pasta morbida.