I vini e l'olio

Grechetto di Todi

img

Lo studio sul Grechetto di Todi, iniziato dall'Università degli Studi di Perugia nel 1975 con un importante lavoro di definizione varietale, può dirsi terminato a partire dal 2003. È in quell'anno infatti che si è arrivati a definirlo geneticamente come unico e differente dal Grechetto di Orvieto. Seppur diversi, entrambi hanno comunque dei tratti identitari simili derivanti dalla comune appartenenza all'ampia famiglia dei Greci.

Diffusione: Geneticamente diverso dal Grechetto di Orvieto è comunque vitigno ampiamente diffuso in Umbria, tanto in provincia di Perugia quanto di Terni. 

Vino: Il Grechetto di Todi, quando vinificato in purezza, dà origine ad un vino giallo paglierino caratterizzato da intensi profumi fruttati e floreali, sapido, di buon grado alcolico e di ottima acidità. Utilizzato anche in assemblaggio ha trovato a Todi il suo habitat naturale dove viene vinificato quasi esclusivamente in purezza.