Asset Publisher

TIMELAND

TIMELAND

Dal 4 dicembre al 9 gennaio Fabrizio Milesi Atelier a Gubbio, una Temporary Gallery dedicata alla promozione e alla valorizzazione dei linguaggi contemporanei di arte, design, architettura e fotografia, espone il lavoro visuale di Roberto Ghezzi e Antonio Massarutto e le sperimentazioni sonore di Massimiliano Pambianco

Nata da una idea di Fabrizio Milesi e il suo studio, a cura di Mara Predicatori, storica e critica d’arte, TIMELAND_ Il divenire del paesaggio intende offrire al pubblico un’esperienza estetica capace di far riflettere su alcuni snodi del rapporto uomo-natura e sul potente strumento del tempo quale matrice che impone nuovi sensi e visioni anche del “naturale”. 

Roberto Ghezzi mostrerà una serie di lavori su tela ed alcune installazioni artistiche nate dall’azione diretta della terra, dell’acqua, dell’aria e degli esseri viventi che la colonizzano e che, in quanto trascrizioni diretta della natura, prendono il nome di Naturografia. Con il suo singolare processo creativo, Ghezzi sembra voler in qualche modo cristallizzare l’essenza dei luoghi facendo operare direttamente i suoi elementi sulle superfici che predispone. Il tempo costruttore in esse, metaforicamente, disegna l’inesausto tentativo umano di carpire i segreti della natura in trame di muffe, foglie caduche, parassiti e microcosmi dalle cromie e texture di intenso fascino.

Le creature scultoree di Antonio Massarutto sono, invece, animali realistici e dai caratteri fisionomici ben delineati ma, allo stesso tempo, creature quasi leggendarie. Nella loro effimera struttura di legni intrecciati o reti metalliche, essi raccontano sia l’esattezza organica delle fiere che abitano i reali paesaggi naturali, sia la eco della loro esistenza mitologica. L’opera zoologica di  Massarutto, sembra infatti far rivivere in chiave contemporanea e per il contemporaneo, la potente suggestione degli animali – esseri ad un tempo sovraumani e subumani – delle tradizioni popolari, come a richiamare alla necessità di un ritorno ad un’istintualità primigenia. La medesima con cui egli forgia le sue opere.

Massimiliano Pambianco infine, con i suoi Algoritmi musicali fatti di modulazioni di suoni e parole, restituirà nella forma astratta e concreta ad un tempo della musica elettronica una trama di riflessioni intorno ai temi della transizione ecologica e sostenibilità e la più generale trasformazione culturale dei nostri tempi. Egli lo farà sia con un intervento performativo in occasione dell’opening della manifestazione, sia producendo tracce sonore in permanenza all’interno della galleria.

TIMELAND_ Il divenire del paesaggio, tramite la suggestione dell’arte contemporanea, vuol dunque non solo sottolineare la centralità del dibattito sul naturale nel tempo contemporaneo, ma evocare l’importante ruolo del tempo nel forgiare i diversi rapporti ermeneutici di distruzione e creazione fra uomo-natura e paesaggio. In sostanza, l’ennesimo tentativo, inutilmente ambizioso perché sempre  irrisolto - ma proprio per questo sublime - di interrogarsi sull’Uomo come tutto – e nulla – della Natura.

Genere: Mostra di arte contemporanea
Ideazione: Fabrizio Milesi
A cura di: Mara Predicatori
Sede: Fabrizio Milesi Atelier Temporary Gallery, Palazzo Accoramboni, Corso Garibaldi 24,
06024 Gubbio
Date: dal 4 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022
Orari: dalle 16.00 alle 20.00

Per informazioni
+39 340 8420075 - atelier@fabriziomilesi.com
www.fabriziomilesiatelier.com