L'arte in Umbria

Percorsi Templari

Percorsi templari a Perugia: da Corso Garibaldi passando per il Tempio di Sant'Angelo, alla Chiesa di San Bevignate

map thumbnail


Ufficio informazioni accoglienza turistica
Piazza Matteotti, 18 - Loggia dei Lanari - 06121 Perugia
info@iat.perugia.it

Lascia l'auto al Parcheggio Sant'Antonio e inizia il tuo tour a piedi imboccando Corso Garibaldi da Piazza Grimana, dove avrai avuto la possibilità di ammirare l'Arco Etrusco e il bellissimo Palazzo Gallenga, sede dell'Università per Stranieri di Perugia.

 

Non tutti sanno che Corso Garibaldi è ricco di simboli esoterici: percorrendolo, noterai sugli architravi dei portoni la presenza di iscrizioni e segni chiaramente riconducibili alla simbologia templare. In particolare, soffermati sulla Chiesa sconsacrata di San Cristoforo dove questi segni si intrecciano misteriosamente a quelli massonici: sopra la porta di ingresso, vedrai un eloquente bassorilievo che riporta una squadra e un compasso sovrapposti all'interno di un triangolo.

 

Nell'itinerario templare, Corso Garibaldi rappresenta la strada per raggiungere il vicino Tempio di San Michele Arcangelo, risalente al V secolo d.C. (chiamato anche Tempietto). In poco più di dieci minuti percorrerai tutto il Corso, trovando alla tua destra questa particolare Chiesa paleocristiana dall'insolita forma circolare, un luogo antichissimo già sacro agli Etruschi e ai Romani. L'edificio è circondato da un ampio prato e l'atmosfera che lo circonda è di quiete assoluta: non a caso, i perugini e gli studenti della vicina università amano venire qui per godersi qualche ora di relax.

Il Tempio è dedicato a San Michele Arcangelo, il Santo Guerriero che combatteva contro il maligno: questa intitolazione rappresenta già un primo forte legame tra il luogo e i cavalieri templari. L'interno della Chiesa è sorprendente, contraddistinto dalla presenza di un meraviglioso colonnato corinzio, con l'altare posto al centro della struttura. Fate attenzione alla simbologia: la stella a cinque punte inscritta in un cerchio sul pavimento accanto all'ingresso, la pianta della struttura che ricorda quella dell'antica Gerusalemme, le tipiche croci patenti e alcune misteriose incisioni sui capitelli del colonnato, la cui interpretazione dovrebbe svelare come la nascita di Gesù sia stata fonte di salvezza per l'umanità.

 

Per raggiungere la più importante tra le testimonianze templari della città, ti consigliamo di tornare indietro a piedi verso Piazza Grimana e riprendere la tua auto al Parcheggio Sant'Antonio. A questo punto, mettiti alla guida verso il quartiere Monteluce e raggiungi la Chiesa templare di San Bevignate. La costruzione ti si presenterà in tutta la sua imponenza, con il suo aspetto massiccio e fortificato. Il portone d'ingresso è contrassegnato dalla presenza della simbologia del fiore della vita su entrambi i lati; al suo interno potrai vedere un prezioso ciclo di affreschi di straordinaria importanza che ricorda e illustra la missione dell'ordine religioso cavalleresco in Terra Santa, elogiandone l'importanza a difesa della Cristianità.

 

Dopo la ristrutturazione, la Chiesa di San Bevignate è diventata uno spazio pubblico nel quale vengono organizzate molte iniziative culturale nel segno dei templari. Informati sul calendario degli eventi, si tratta di appuntamenti davvero imperdibili e suggestivi per gli appassionati!