Amelia

La Via Amerina

Da Perugia fino a Roma, lungo la Via Amerina: un cammino a piedi per scoprire un patrimonio artistico e storico di grande valore.

map thumbnail


Ufficio informazioni accoglienza turistica
Via Cassian Bon, 4 - 05100 Terni
info@iat.terni.it

La Via Amerina è un percorso assai antico: risale infatti al III sec. a.C., come "cucitura" di tracciati locali precedenti, che collegavano Veio con Ameria, l'attuale Amelia (da qui il nome Amerina). La via attraversa il territorio dei Falisci e tocca i centri di Nepi, Falerii, Fescennium (Corchiano), Gallese, Vasanello e Orte. A nord di Amelia si sviluppa su tracciati che si dirigono verso la media e alta valle del Tevere e verso l'Adriatico, attraverso il territorio degli Umbri.

Grazie alla "Fondazione per il Cammino della Luce – Itinerario della Via Romea, del Corridoio Bizantino e della Via Amerina", costituita nel 2005 con sede in Amelia, è oggi possibile percorrere a piedi, come gli antichi pellegrini, il tratto da Perugia a Roma dell'antica via Amerina. Ne è stato infatti ripristinato e segnalato l'itinerario, con il triplice scopo di riproporre il valore del pellegrinaggio come strumento di ricerca interiore e percorso di conversione; di riscoprire l'importanza culturale della Via Amerina; di creare l'opportunità per un incontro piacevole e arricchente con un territorio dotato di grandi risorse umane e ambientali. La distanza a piedi da Perugia a Roma è di circa 200 chilometri, suddivisi in 11 tappe; l'itinerario è marcato da frecce rosse e da cartelli su paline con il logo della Fondazione e della Via.  

La Via Amerina, in qualità di antico itinerario, ha da offrire al pellegrino e al turista un patrimonio storico artistico di grande valore e suggestione, che va dalle "tagliate" falische, alle catacombe paleocristiane, ai castelli e monasteri medievali.

Autore: Assessore alla Cultura Regione Umbria – Fabio Paparelli