L'arte in Umbria

Le Sorgenti dei poeti: da Poreta a Trevi

Alla scoperta delle Sorgenti dei Poeti: un itinerario da Poreta a Trevi passando per le Fonti del Clitunno

map thumbnail


Ufficio informazioni accoglienza turistica
Largo Ferrer 6/7 - 06049 Spoleto
info@iat.spoleto.pg.it

Il verde e la pace dell'Umbria sono da sempre fonte privilegiata d'ispirazione per poeti e artisti: ti proponiamo un itinerario attraverso dei luoghi che hanno dettato alcuni tra i versi di Lord Byron e Carducci, e che sono raffigurati in dipinti di Jean-Baptiste Corot.

Puoi seguire questo percorso sia in auto, sostando in ogni punto proposto, sia a piedi seguendo il percorso sentieristico. Dirigiti al centro di Poreta, vicino Spoleto: il tuo itinerario parte dal piccolo borgo.

Percorrendo strade di campagna e piccole strade sterrate arriverai nei pressi di Campello. Raggiungi il castello che domina dall'alto il piccolo paese: Campello Alto è una fortezza che risale al 921 ed è stata costruito da Rovero di Champeuse. Il nome del castello, così come quello del paese, deriva proprio dal barone di Borgogna. Una volta percorsi i vicoli intorno al castello, dirigiti in direzione Fonti del Clitunno. Il piccolo, ma lussureggiante parco che troverai al tuo arrivo ti conquisterà con il suo verde e con la sua pace incondizionata. Troverai un lago dalle acque cristalline e freddissime: si tratta proprio delle fonti del Clitunno che formano nel lago anche delle isolette verdi, tra rive erbose cinte da salici piangenti e pioppi. Lasciati conquistare dall'ambiente fiabesco di questo parco e raggiungi a piedi il Tempietto del Clitunno: si tratta di un edificio paleocristiano dalla forma di un tempio con quattro colonne, sormontate da un timpano, che domina il Clitunno da una piccola altura. L'edificio, tra i luoghi dell'Italia Longobarda, fu d'ispirazione a Francesco di Giorgio Martini, Benozzo Gozzoli, Palladio (che lo riteneva opera romana) e citato nei versi di Lord Byron.

Concluso il giro nel parco del tempietto concediti una pausa per gustare una delle eccellenze del territorio: l'olio extravergine d'oliva che, nella zona tra Spoleto e Trevi, viene prodotto nei numerosi frantoi e aziende agricole.

Il tuo percorso prosegue ora verso il Castello di Pissignano: la costruzione originaria risale all'epoca romana (si trovava infatti lungo la via Flaminia), ma ebbe il suo sviluppo grazie ad un gruppo di monaci benedettini che vi si insidiarono alcuni secoli più tardi.

Passando per Pigge, dove sorge un antico borgo in muratura che attraversa il Clitunno, giungerai a Trevi: le mura medievali cingono l'abitato dalla caratteristica forma "a chiocciola". Lasciati guidare dai vicoli in salita e scopri l'antico centro storico.


Gusto e sapori