Asset Publisher

Farro di Monteleone di Spoleto DOP

Farro di Monteleone di Spoleto DOP

Una varietà di farro molto antica, le cui prime tracce risalgono all’Età del Bronzo, che nel 2010 ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta.
Il Farro di Monteleone di Spoleto DOP è una varietà di farro particolarmente adatta alla semina in zone montane: amante dei terreni poveri e resistente al freddo, sembra fatta apposta per il territorio montuoso dello Spoletino. E in effetti è proprio così: a partire dal Cinquecento, generazioni di agricoltori si sono succedute e hanno selezionato le caratteristiche fisiche di questo cereale, in perfetto connubio con l’ambiente e con il clima della regione.


Se la storia del farro risale a prima delle cristianità (ci sono testimonianze riconducibili a tremila anni fa o più recentemente al periodo romano), la varietà di Monteleone di Spoleto è strettamente legata alla figura del Santo Patrono del paese, San Nicola di Bari, il quale passando per Monteleone e impressionato dalla indigenza dei suoi abitanti, secondo la leggenda, iniziò a distribuire il poco farro contenuto nella sua sacca, fino a sfamare tutti i poveri del paese. 
Il miracolo è ricordato il 5 dicembre di ogni anno con la celebrazione del santo, durante la quale è prevista la preparazione e la distribuzione di una minestra preparata dal parroco della Chiesa di San Nicola proprio con il cereale tipico del paese. Il farro viene distribuito a mezzogiorno con sugo di magro agli abitanti di Monteleone, a cominciare dai bambini che sono i destinatari privilegiati del rituale.
Dal 2010, il farro di Monteleone di Spoleto ha ottenuto, in ragione della sua storia e delle sue specificità, la Denominazione di Origine Protetta.
Ricco di vitamine e sali minerali, il Farro di Monteleone di Spoleto DOP è ingrediente fondamentale per zuppe e minestre, oltre che di molti piatti tipici locali quali l’imbrecciata e la polenta alla Valnerina.

Explore the surroundings
Main attractions in the vicinity