Storia antica

Sulle orme degli Etruschi nel territorio di Orvieto

Un tour nella città di Orvieto e nel suo territorio, alla scoperta delle testimonianze della civiltà etrusca

map thumbnail
Forse non sai che Orvieto fu l'ultima città etrusca a cedere al dominio romano, quando ormai la conquista del territorio umbro era definitiva. 

Le tracce della vita preromana dell'etrusca Velzna sono ancora molte e fra le più rappresentative dell'Umbria. Preparati allora ad un giro intenso, che ti consigliamo di iniziare dal centro città: qui l'Area Archeologica del Tempio del Belvedere ha restituito bellissime terrecotte architettoniche, conservate nei vicini musei. Al centro della città, disposti non lontani sulla bellissima Piazza Duomo, il Museo Claudio Faina e Museo Civico insieme al Museo Archeologico Nazionale meritano una visita, magari in un unico percorso.

Da lì continua la tua passeggiata per il borgo: tra una trattoria in cui mangiare un piatto della tradizione o gustare un fresco Orvieto Classico DOC, e una bottega artigiana in cui acquistare una tipica ceramica orvietana, dirigiti verso l'Area Archeologica in Via della Cava in cui sono evidenti i resti di un'imponente struttura muraria etrusca, a scopo difensivo e il cosiddetto Pozzo della Cava, scavato nel tufo della rupe.

Ma per scoprire di più su questo antico popolo, devi spostarti poco fuori dal centro abitato, verso le pendici sud-occidentali. Lì si estende la Necropoli di Crocifisso del Tufo: potrai vivere una esperienza mistica passeggiando tra oltre trecento tombe erette tra il VI e il III secolo a.C., disposte secondo uno schema di isolati regolari definiti da strade ortogonali. Lungo il versante meridionale, anche la Necropoli e il santuario della Cannicella è visitabile a piedi, sfruttando il percorso del Parco Archeologico Orvietano (PAO), e prenotando per tempo la visita.

Ti consigliamo di riservarti un'altra giornata per completare il tuo giro nel territorio circostante: la Necropoli del Vallone, quella di Caldane e la Tomba degli Hescana, la sola ancora dipinta. Solo in estate potrai aggiungere una visita allo scavo archeologico che ha portato alla luce i resti del Fanum Voltumnae, il santuario federale etrusco, di importanza straordinaria per la comprensione della storia di questo popolo.

Alla fine del tuo viaggio, tutto ti sembrerà un po' meno misterioso, ma sempre più affascinante.