Parchi naturalistici e tematici

Parco del Monte Subasio

Il parco del Monte Subasio: tra natura e spiritualità

map thumbnail
Da Assisi a Spello, lungo il Monte Subasio: un tragitto lungo ma adatto a tutti che coinvolge due città medievali umbre, lo spirito francescano dell'Eremo e la natura e i paesaggi del Parco. Raggiungi Assisi e preparati alla passeggiata che collega la città che ha dato i natali a san Francesco a quella dell'infiorata.
Parti da Porta Cappuccini, dove una strada sterrata percorre le mura medievali della città per condurti fino ai boschi di lecci e rovelle. Terminata la salita, arrivi a un'area di sosta dove puoi riposarti prima di iniziare la discesa verso uno dei luoghi simbolo del francescanesimo: l'Eremo delle Carceri, il luogo in cui san Francesco si ritirava per pregare e meditare, tra grotte naturali e lecci secolari.
A questo punto inizia una nuova fase di salita lungo il Fosso delle Carceri che ti conduce alla Croce di Sasso Piano, dove in primavera puoi raccogliere funghi prataioli e turini o, in alternativa, goderti la fioritura di non-ti-scordar-di-me e orchidee.
Prosegui oltre il fosso Rosceto fino al rifugio del Mortaro, osservatorio aereo durante la seconda Guerra Mondiale, e supera il Mortaro Piccolo e il Mortaro Grande, due doline carsiche utilizzate in passato per produrre e conservare ghiaccio.
Quando la stanchezza comincia a farsi sentire prenditi un po' di tempo per assaggiare il "Pan caciato" o "Pan nociato", pane tipico della zona condito con formaggio pecorino e gherigli di noci.
Scendi per Fonte Bregno, dove puoi approfittare dell'area di sosta attrezzata accanto alla sorgente, continua poi in direzione Fosso Renaro per arrivare a Sasso la Botte, dopo aver attraversato il bosco. Stai per entrare nell'ultimo tratto della tua escursione, iniziando la risalita delle pendici del Monte Pietrolungo e giungere così a Poggio Caselle. Da qui, non resta che scendere tra gli oliveti verso Fonte Bulgarella, alle porte di Spello.
Il percorso in parte coincide con La Via di Francesco che puoi seguire comunque all'interno dell'intero parco, segnata in giallo e blu.
Per i più avventurosi e gli amanti delle emozioni forti, il Parco del Subasio ben si presta al parapendio: perché non concedersi un volo sui cieli di Assisi?
Gusto e sapori