Palazzo Gallenga-Stuart

map thumbnail

Palazzo Gallenga-Stuart si trova a Perugia in piazza Fortebraccio vicino all'imponente Arco Etrusco. Sede principale dell'Università per Stranieri di Perugia, fu per lungo tempo dimora gentilizia della famiglia Antinori.
 Una visita al palazzo è consigliata per ammirare la sua architettura in stile tardo-barocco ma anche per vedere le sue sale riccamente decorate. Inoltre, per chi ama delle belle viste panoramiche, salendo agli ultimi piani del palazzo, si ha splendida vista sull'acquedotto duecentesco. La piazza Fortebracci, ove affaccia il palazzo, è luogo di ritrovo di innumerevoli studenti stranieri che seguono all'università corsi di lingua e cultura italiana.

Descrizione
Il palazzo, in stile tardo-barocco, fu eretto nel 1748-58 dall'architetto perugino Pietro Carattoli, su progetto di Francesco Bianchi. Durante gli anni Trenta del Novecento, il conte americano Frederich Thorne Rider finanziò la costruzione della parte a ponente rimasta incompiuta. La facciata è scandita da pilastri e cornicioni in mattoni che separano le grandi finestre. L'interno è decorato con affreschi del Giuli e del Carattoli. In aula magna si ammira il dipinto dell'apoteosi di Roma del pittore futurista Gerardo Dottori. Il piccolo teatro del palazzo vide recitare Carlo Goldoni quando era ancora bambino.
Dal 1926 palazzo Gallenga-Stuart è sede dell'Università Italiana per Stranieri, finalizzata alla conoscenza ed alla diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo.

Curiosità
La piazza Fortebracci dove sorge il palazzo viene detta anche Grimana in ricordo del cardinale Marino Grimani, promotore della sua costruzione nel 1536 per colmare l'avvallamento che separava la città murata dal borgo Sant'Angelo.