Trekking

Itinerari trekking nel Parco del Monte Subasio

Percorsi e sentieri circondati dal verde e dalla storia: scopri l'Umbria più autentica nel Parco del Monte Subasio

 

 

 

map thumbnail

Affascinanti sentieri nella natura incontaminata; colori accesi, quasi abbaglianti; gli animali che vivono liberi e spensierati in queste valli: tutto questo – e molto altro ancora – troverete nel Parco del Monte Subasio, il sistema montuoso più conosciuto dell'Umbria.  Si tratta di un territorio che, fin dal X secolo, si è circondato di un'aurea sacrale e mistica: non ci sorprende il fatto che anche San Francesco abbia scelto questa pace per fondare il suo ordine monastico.

Una delle località da visitare nel parco è sicuramente la città di Spello: un concentrato di testimonianze di epoca romana e non solo, che vanta anche terme meravigliose e chiese rinascimentali. Appena fuori il centro storico, si sprigionano i profumi tipici della macchia mediterranea. Ecco che incontriamo olivi e campi fertili, interrotti solamente da antichi agglomerati urbani e santuari, come quello della Madonna della Spella, posto a circa 1000 metri di altezza e databile nel 1080.

Consigliamo poi di far visita a Valtopina, un piccolo centro che sorge lungo il fiume Topino, poco distante dall'importante Via Flaminia e quindi divenuto un punto strategico per i romani. Di epoca medievale invece sono i castelli di Poggio, Serra e Gallano, la Torre di Capodacqua e la Fortezza del Calestro.

A poca distanza si trova invece Piano della Pieve, un luogo ideale per passeggiare e rimanere estasiati dalla potenza della natura. Qui si trovano suggestive gole scavate dal torrente e non è un caso se l'attività più praticata è il canyoning.

Ci avviciniamo alla regina del parco: la città di Assisi. La patria del culto francescano offre tantissimo al turista: itinerari nell'arte e nella storia, ma anche di relax e benessere. Nei dintorni del centro, infatti, si può godere della magia della campagna senza rinunciare alle comodità e ai servizi.

Da vedere assolutamente è l'Eremo delle Carceri: la meta spirituale più preziose della zona, circondata da grotte e angoli di meditazione. La struttura è nascosta da una folta vegetazione composta da lecci enormi.

Finiamo la nostra proposta con Nocera Umbra, nota per le sue acque termali e protetta da possenti mura difensive. Qui, tra vallate e colline, le sorgenti sono affiancate da stabilimenti per l'imbottigliamento e, ogni estate, si svolge una festa che rende omaggio a questa ricchezza.