Avigliano Umbro

Il piccolo borgo di Avigliano

map thumbnail
Durante il medioevo Avigliano Umbro ed il suo territorio vennero a lungo contesi tra Todi ed Amelia e di ciò ne rimane il ricordo sulla porta principale della città con l'aquila in marmo, simbolo di Todi.
All'interno del paese merita attenzione la chiesa della Santissima Trinità che conserva al suo interno una tela raffigurante la Madonna del Rosario attribuita ad Andrea Polinori, noto pittore tuderte. Del tessuto urbano medievale rimangono invece tracce nelle mura, nella porta d'accesso e nel grande torrione di base cilindrica sopra il quale spicca l'orologio pubblico.
Degno di nota è anche il teatro Comunale, costruito all'inizio del XX secolo e ben conservato negli interni.
Appena fuori da Avigliano Umbro si trovano alcuni interessanti edifici religiosi come la chiesa di Santa Vittorina, la chiesa di Sant'Egidio e la chiesa di Sant'Angelo mentre nelle sue frazioni meritano una visita alcuni castelli e fortezze.
Il castello di Santa Restituta innanzitutto che sorge accanto ad un'importante zona archeologica, la Grotta Bella, nella quale sono state rinvenute numerose statuette di epoca protostorica e romana, il castello di Toscolano accanto al quale sorge la cappella della Maestà di Toscolano contenente affreschi attribuibili a Pier Matteo d'Amelia ed il castello di Sismano, con le due imponenti torri laterali.
A Dunarobba infine si trova una imponente fortezza quadrangolare dominata sui quattro lati da grossi torrioni cilindrici. Questa sorge nei pressi della famosa foresta Fossile, un impressionante parco naturale preistorico formatosi all'incirca un milione e mezzo di anni fa e costituito dai resti di imponenti sequoie