Bici e Mountain-bike

Ciclovia Assisi-Spoleto-Norcia

Un connubio ideale tra sport, natura, arte e cultura.

map thumbnail

La Ciclovia Spoleto-Assisi (ufficialmente “Itinerario Ciclabile Assisi-Spoleto”) è l’infrastruttura fondamentale della “mobilità dolce” in Valle Umbra, che collega in poco più di 52 chilometri le due grandi Città Storiche dell’Umbria.

Si tratta di un itinerario interamente pianeggiante (ad esclusione del breve tratto tra Rivotorto e il Centro Storico di Assisi: 5 chilometri all’incirca), realizzato per lo più in sede propria (lo sono quasi tutti i 38 chilometri tra Spoleto e Cannara), e che per le parti in sede promiscua (aperte cioè alle auto) utilizza strade a bassa – bassissima intensità di traffico.

La Ciclovia si “salda” a Spoleto (attraverso un “raccordo” urbano con l’”Ex Ferrovia Spoleto – Norcia”), risolvendosi così l’una nella prosecuzione dell’altra, per un itinerario (da Assisi a Norcia) che raggiunge i 103 chilometri.

La prima tappa, in cui è possibile dividere il percorso cicloturistico tra Assisi e Spoleto, parte da uno dei luoghi più belli e suggestivi dell’Umbria: Piazza della Basilica Inferiore, proprio ai piedi della splendida Basilica di San Francesco.

La frazione va da Assisi a Bevagna e si sviluppa quasi completamente in discesa e pianura, senza nessun tipo di difficoltà, se si esclude il chilometro di ascesa proprio nel cuore di Assisi, risultando perciò particolarmente adatta anche ai principianti. Questa prima tappa non è caratterizzata da un percorso in sede propria, ma si sviluppa quasi per intero su strade secondarie o di campagna e comunque con pochissimo traffico. Il fondo è quasi sempre asfaltato, se si escludono 3 chilometri di sterrato tra Cannara e Cantalupo.

La seconda tappa del percorso riparte dal cuore di Bevagna e, al contrario della prima, si sviluppa quasi completamente in sede propria, sul bel percorso ciclopedonale che costeggia l’argine dei fiumi Teverone e Maroggia.

L’itinerario è completamente pianeggiante e scorre lungo la valle Umbra, offrendo scorci paesaggistici molto belli su borghi come Montefalco, Trevi, Pissignano, Campello sul Clitunno, alcuni dei quali sono facilmente raggiungibili con brevi deviazioni di pochi chilometri.

Il percorso misura 26,6 chilometri e non presenta nessuna difficoltà altimetrica, costituendo così un’ottima occasione per avvicinarsi alle due ruote anche per i neofiti o per le famiglie con bambini.

Da Bevagna si arriva al bicigrill de "Le Mattonelle", appena fuori Spoleto, e da qui si può raggiungere il centro di Spoleto e collegarsi con l'inizio della ex ferrovia Spoleto-Norcia attraverso un comodo raccordo ciclabile di pochi chilometri.

La ferrovia Spoleto - Norcia fu dismessa nel 1968 e per le sue caratteristiche può definirsi senza dubbio una ferrovia alpina con 19 gallerie e 24 ponti e viadotti.

La ferrovia Spoleto - Norcia che si sviluppava su rotaia, oggi è un tracciato fuoristrada non particolarmente impegnativo, ma per affrontarlo è necessario avere un minimo di allenamento ed essere dotati di una bicicletta robusta.

Il percorso, che misura una cinquantina di km, è caratterizzato da gole strettissime, paesaggi di alta montagna con lievi pendenze, fino a raggiungere la quota massima nel punto in cui si trova la galleria della Caprareccia.

Dalla Città del Festival dei Due Mondi si entra nella Valnerina, attraversandone borghi incantevoli come Sant'Anatolia di Narco, Borgo Cerreto o Serravalle, fino ad arrivare a Norcia.