La Pasqua in Umbria

Cibi Pasquali in Umbria, tra cucina e tradizione

I Cibi di Pasqua in Umbria, dalla colazione tipica al pranzo Pasquale. Alcuni di essi hanno un valore altamente simbolico, legato alla tradizione cristiana.

map thumbnail

Regina indiscussa di questa festività è la ‘Torta di Pasqua' umbra, chiamata anche ‘Pizza di Pasqua' nel ternano o ‘Crescia' nell'eugubino. Una torta salata a base di uova, farina e formaggi misti, soffice e gustosa, che nella tradizione veniva preparata dalle donne di famiglia il giovedì santo. Sottoposta ad una lunga lievitazione e poi cotta in forno a legna, non poteva essere consumata prima della mattina di Pasqua.

In Umbria, ancora oggi il giorno della resurrezione di Gesù si celebra con questa prima colazione speciale a base di torta al formaggio, capocollo, uova sode, tutto rigorosamente benedetto. La mattina del Sabato Santo, infatti, le famiglie sono solite preparare un cestino contenente la tipica torta salata, del sale, le uova, alcuni salumi, il pane, del vino e la ciaramicola (quest'ultimo, un dolce tipico per i residenti nel Perugino) e portarlo in chiesa per la benedizione dei cibi. Questi alimenti hanno un elevato contenuto simbolico riconducibile alla tradizione cristiana: l'uovo che rappresenta la resurrezione, il pane emblema di Cristo come ‘pane di vita', il vino che aggiunge il simbolismo del sangue di Gesù, la carne che evoca il concetto di sacrificio.

Nel corso della giornata si prosegue con un grande pranzo che prevede la preparazione di una pasta fatta in casa come gli ‘agnolotti' ripieni di carne, le tagliatelle, i tortelloni di Norcia o gli strangozzi spoletini, a seconda della zona o della tradizione di famiglia. Come secondo piatto, tipico della Pasqua Umbra è sicuramente l'agnello, che viene cucinato arrosto e servito con delle fette di limone per esaltarne al massimo il sapore.

Come dolce potrai gustare la ciaramicola, immancabile in tutte le famiglie della zona di Perugia. Si tratta di un torcolo all'alchermes di colore rosso, ricoperto da una glassa bianca di meringa e confettini colorati. L'accostamento del rosso e del bianco ricorda proprio i colori simbolo della città capoluogo dell'Umbria. Tipica dell'orvietano, della Valnerina e delle zone del Trasimeno è invece la preparazione della Torta di Pasqua dolce, ricca di spezie e canditi. Non può mancare la Colomba Pasquale - diffusa in tutta Italia - simbolo della resurrezione di Gesù e messaggio di pace, il più importante che questa festività possa trasmettere dal punto di vista religioso.