Valfabbrica

Casacastalda

map thumbnail
In posizione dominante sulla valle del Risacco e la val di Rasina, rispettivamente affluente del Chiascio e torrente proveniente da Gualdo Tadino, Casacastalda è l'abitato originato dal castello  fondato nel VIII secolo da un longobardo discendente da Totila, Ernero Castaldo (da cui il nome Casa del Castaldo). 
Si ha notizia di una ricostruzione del Castello ad opera dei perugini (1433), che concessero lo status di Libero Comune. Ancora oggi è visibile lo stemma comunale scolpito in diversi punti del centro storico, costituito da una torre sovrastante un torrione con il grifone rampante simbolo di Perugia.
Della struttura originaria si conservano le tre porte di accesso: porta Perugina o porta sole a sud, porta del Giglio o porta Gualdese a nord, porta Eugubina a ovest.  Da vedere la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta (X secolo), ampiamente rifatta nell'Ottocento, che conserva un trittico di Matteo da Gualdo, e il Santuario della Madonna dell'Olmo,  eretto per ricordare il miracolo della Beata Vergine (1484) apparsa ad una pastorella su un olmo, tuttora conservato al suo interno.