Spoleto

Eggi, il borgo fortificato a due passi da Spoleto

map thumbnail
Eggi è un borgo tra gli ulivi a due chilometri dalla Flaminia, a 5 da Spoleto in direzione Foligno, quasi a cavallo tra la Valle del Nera e quella Spoletana.
Il borgo, di origine romana, ha delle fasi edilizie ben definite che ti lasciano comprendere la sua storia. Ad un primo periodo corrisponde la costruzione del castello (XIV sec.) che ha impianto triangolare. Nel corso del XV secolo il paese cominciò a debordare dalle mura, ed appena fuori di esse sorsero delle abitazioni. Tra la metà del XVI e la fine del XVIII sec. conobbe un periodo di splendore grazie anche alla presenza di illustri cittadini che, dotati di cospicui mezzi economici, chiamarono numerosi artisti del tempo per abbellire le chiese del territorio.
Non devi perdere la visita della chiesa di Santa Maria delle Grazie, edificio votivo della fine del XV secolo, ornato da affreschi nei quali predomina la ricerca di protezione contro il morbo della peste, della chiesa di San Giovanni Battista con abside decorata tra il 1527 ed il 1532 da Giovanni di Pietro detto Lo Spagna e dell'Oratorio del Sacramento e complesso dell'Ospedale, con un cancello per delimitare l'isolamento, un ambiente vasto ad uso di corsia, una cucina ed altre stanze di servizio; al piano terra il magazzino del Monte Frumentario. Nella chiesa San Michele Arcangelo trovi interessanti affreschi del  Maestro di Eggi, anonimo pittore del XV secolo, identificato da Federico Zeri proprio con gli affreschi di questa chiesa e operoso a lungo nello Spoletino e nella Valnerina.
Il borgo di Eggi è famoso in Umbria per la Festa degli asparagi di bosco, appuntamento tra fine aprile e i primi di  maggio, ormai ventennale, che non puoi perdere e ove potrai assaggiare un vero piatto della tradizione spoletana: gli strangozzi fatti in casa con sugo di asparagi.