Città e borghi delll'Umbria dalla A alla Z

In viaggio nel Cuore Verde d’Italia, che tra valli e cime, tra boschi, fiumi e laghi, racchiude un tesoro di città d’arte e piccoli centri storici che sono una continua sorpresa.

Li scopriamo insieme…in rigoroso ordine alfabetico!

Cerreto di Spoleto
Conteso nel Medioevo tra Spoleto e Norcia, ha vissuto nell'orbita del Ducato di Spoleto e poi dello Stato Pontificio. Oltre alle mura medievali e alla Torre civica, conserva il complesso dell’ex monastero di S. Giacomo, edificato nel XIII secolo, che custodisce affreschi di scuola umbra risalenti al XIV-XVI secolo e oggi ospita l'Archivio Storico Comunale e il Cedrav (Centro documentazione e ricerca antropologica in Valnerina e dorsale appenninica umbra). Sotto il paese si trova il grazioso Borgo Cerreto, dove sono visibili i resti delle mura e dei torrioni difensivi. Nei dintorni, la chiesa di S. Maria Assunta, antica pieve romanica, e il Santuario della Madonna della Stella, eremo agostiniano.
Scopri di più

 

Citerna
Le strade che portano a Citerna, grazie al meraviglioso panorama sull'Alta Valle del Tevere, sono il biglietto da visita di questo borgo medievale. Di origini etrusche, vide l’alternarsi di varie dominazioni, barbariche e poi di diverse famiglie locali.  Dalla Rocca, di origine longobarda, si scorgono il monte della Verna e il monte Fumaiolo, da cui nasce il Tevere. Nel centro storico da visitare la chiesa di S.Michele Arcangelo, che custodisce la Crocifissione su tavola del Pomarancio, e la chiesa di S.Francesco che conserva notevoli opere tra cui una Deposizione, anch’essa del Pomarancio. Molto suggestivo il percorso del camminamento medievale che corre lungo il perimetro delle mura.
Scopri di più

 

Città della Pieve
Tra le colline umbre e toscane sorge Città della Pieve, dall’architettura particolare e dalla conformazione urbanistica diversa da quella tipica umbra. Patria del Perugino, potrete seguire le tracce del noto pittore tra la Cattedrale dei SS. Gervasio e Protasio, l’Oratorio di S. Maria dei Bianchi con la splendida Adorazione dei Magi e la chiesa di S. Maria dei Servi (fuori le mura) con la Deposizione dalla Croce. Non perdete poi Palazzo della Corgna con gli affreschi del Pomarancio, il Teatro Accademia degli Avvaloranti risalente al 1834, via Baciadonne, tra i vicoli più stretti d'Italia, e il panorama che si apre alla fine: a sinistra l'Umbria, a destra la Toscana.
Scopri di più

 

Città di Castello
Cinta da mura cinquecentesche, qui si respira arte nell’atmosfera del centro, nelle architetture rinascimentali, nei cortili dei palazzi gentilizi, nelle chiese a partire dalla Cattedrale. Da visitare la Pinacoteca comunale in palazzo Vitelli alla Cannoniera, che conserva capolavori di Raffaello, Luca Signorelli, Ghirlandaio, Raffaellino del Colle e Pomarancio. Le opere di Alberto Burri, tra i grandi maestri dell'arte contemporanea, che ha lasciato tanto alla sua città natale, sono esposte tra palazzo Albizzini e gli ex Seccatoi del Tabacco. Da non perdere anche il Centro documentazione delle arti grafiche Grifani – Donati, punto di riferimento nella valorizzazione della tradizione tipografica della città.
Scopri di più

 

SCOPRI TUTTI I BORGHI DELL'UMBRIA

EVENTI