La Pasqua in Umbria

La settimana Santa in Umbria

La Settimana Santa in Umbria: tra religione e tradizione popolare

map thumbnail

Le celebrazioni per il triduo pasquale in Umbria, sono numerose, abbracciano e coinvolgono ogni luogo, dal piccolo paese di montagna alle città capoluogo. In ogni parte della regione, potrai partecipare a dei riti religiosi e non, unici e particolari, che affondano le loro radici nel passato del territorio.

Celebrazioni religiose

 

Altri eventi: tra arte, musica e spettacolo

 

La Domenica di Pasqua invece, puoi partecipare in diverse piazze umbre a feste molto coinvolgenti, adatte sia per gli adulti che per i più piccini: i cittadini partecipano a una gara all’ultimo uovo. I giocatori si dispongono in centro con un uovo sodo in mano e a turno si picchia l’uovo dell’avversario. Chi rimane con l’uovo integro va avanti nella gara. La tradizione vuole che chi vince la gara porti a casa le uova degli avversari sconfitti, per condividerle con la famiglia nel corso del convivio pasquale.  
Pietralunga, 21 aprile: La Tocciata
Ferentillo, 21-22 aprile: Gara de “Lu Ciuccittu”
Montefalco, 22 aprile: Gara della Ciuccetta

A Panicale, il giorno di Pasquetta, si svolge la tradizionale gara del “Ruzzolone”, che consiste nel lanciare una grossa forma di formaggio facendola rotolare a terra come fosse una ruota. La tecnica è la seguente: si avvolge la forma di formaggio con una fascia di tela dotata all’estremità di un'impugnatura in legno, si lascia oscillare il formaggio avvolto nella fascia e tenuto saldamente con la mano lungo il fianco, poi si lancia con forza e precisione lungo un percorso prestabilito. Vince chi arriva per primo al traguardo con il formaggio intero e con il minor numero di lanci.