Terni

VisioninMusica

map thumbnail
Terni
24 gennaio-17 aprile 2020 
Ufficio informazioni accoglienza turistica
Via Cassian Bon, 4 - 05100 Terni
info@iat.terni.it

In questi giorni in cui occorre rimanere a casa, Visioninmusica ha messo in pausa la sua programmazione ma terrà compagnia ai suoi fan attraverso la pubblicazione, ogni quattro giorni, di una selezione scelta degli artisti più significativi che hanno caratterizzato la qualità e l’originalità della programmazione musicale della rassegna. Buona visione!

Dal 24 gennaio al 17 aprile torna a Terni VisioninMusica con un cartellone che vede esibirsi le migliori novità del panorama musicale internazionale.


Il calendario della XVI^ edizione di VisioninMusica, in programma a Terni dal 24 gennaio al 17 aprile, si articolerà in un insieme di novità e talenti musicali. Sette i concerti proposti, ognuno caratterizzato da un differente genere musicale. Si spazierà dal jazz italiano alla musica classica, dalla fusion con accenti rock alla musica d’autore, dal progressive, al jazz europeo con sonorità latine. Sul palco saliranno artisti che raramente si sono esibiti nel Centro Italia o addirittura mai prima nel nostro paese.
Il primo appuntamento è previsto per il 24 gennaio con Gegè Telesforo con il suo nuovo progetto “Il mondo in testa” che, con una band di giovani talenti (Miriana Faieta, voce e tastiere; Christian Mascetta, chitarra; Domenico Sanna, piano e tastiere; Pietro Pancella, basso; Michele Santoleri, batteria), conduce verso quei territori musicali, inesplorati ai più, che richiamano le esperienze e la storia del loro interprete principale. Si tratta di una rielaborazione di ritmi e di melodie frutto di influenze musicali tra le più disparate, raccolte nel corso di una vita: una sorta di percorso artistico autobiografico in cui emergono incontri, atmosfere, generi e linguaggi che hanno caratterizzato stagioni creative, luoghi visitati o episodi accaduti.
Il 7 febbraio si prosegue con il pianista Giuseppe Albanese, tra i più richiesti della sua generazione. "Invito alla danza" è il suo ultimo lavoro e costituisce un affascinante excursus tra celebri pezzi di musica per balletto (Tchaikovsky, Debussy, Stravinsky) trascritti per pianoforte solo grazie a un’infinità di virtuosismi e idealmente racchiusi tra l’Invito alla danza di Carl Maria von Weber (1819) e La valse di Ravel (1919).
Il 21 febbraio è la volta della band The Aristocrats che negli ultimi otto anni ha realizzato album acclamati dalla critica, intrapreso tour mondiali e si è imposta come una delle band strumentali rock-fusion più irriverente, originale e sorprendente del pianeta.
Gli altri appuntamenti vedono in scena Ilaria Pilar Patassini (6 marzo), il duo BartolomeyBittmann (20 marzo), il trio Reis Demuth Wiltgen (3 aprile). L’ultimo appuntamento è previsto peri 17 aprile con Alfredo Roddriguez & Pedrito Martinez.
Tutti gli spettacoli avranno luogo all’Auditorium di Palazzo Gazzoli, alle 21.00.

Per informazioni:
www.visioninmusica.com 



Ti potrebbe interessare