Aggregatore Risorse

Festival Federico Cesi Musica Urbis

Festival Federico Cesi Musica Urbis

Prenderà il via, con una serie di appuntamenti dedicati a Dante, la rassegna culturale Musica Urbis del Festival Federico Cesi che, dal 24 luglio al 9 settembre, proporrà 48 eventi tra Spello e Trevi

Grande musica, enogastronomia, mostre, workshop e maratone musicali all’aperto daranno vita al Suono dei Borghi.

Il cartellone si alternerà a quello di Italia princeps musicae, dedicato quest’anno al genio italiano e all’italianità, che il 23 luglio ha inaugurato la XIV edizione della kermesse a Palazzo Cesi di Acquasparta, luogo di origine della manifestazione, per proseguire fino al 9 settembre con altri 7 concerti che quest'anno toccheranno anche i comuni di San Gemini e Montecastrilli.

Tutti i 48 eventi del Festival si svolgeranno nel pieno rispetto delle misure di sicurezza contro il Covid-19 e necessitano tutti, in particolare i 34 appuntamenti gratuiti, di prenotazione obbligatoria (tel. +39 393 9145351 e +39 393 8385945, email: fabricaharmonica@gmail.com).

La XIV edizione del Festival Federico Cesi Musica Urbis è fortemente ispirata dal genio italiano in ogni settore dell’arte e da quello musicale in primis. Immancabile l’omaggio a Dante Alighieri, attraverso percorsi d’arte tra antico e contemporaneo, conferenze, installazioni permanenti, circuiti museali, eventi live, rivisitazioni e nuove creazioni dedicate. 

Il Festival, assecondando la sua naturale attitudine agli eventi multimediali con musica, presenta approfondimenti sul genio pittorico di Raffaello Sanzio, sulle dissertazioni filosofiche di Giordano Bruno e Tommaso Campanella; tratta il tema dell’influenza e ispirazione che l’Italia ha suscitato in tutto il mondo, presentando compositori quali Felix Mendelssohn con la sua Sinfonia Italiana, Johann Sebastian Bach e il suo Concerto Italiano, Franz Liszt affascinato da Verdi, Dante, Petrarca e, in occasione dei 100 anni dalla sua nascita, è previsto anche un omaggio ad Astor Piazzolla, creatore del nuovo tango argentino.

In una programmazione estremamente ricca non potevano mancare alcune rarità come il BeatusVir per doppio coro e orchestra di Antonio Vivaldi e l’oratorio inedito Il Martirio di San Terenziano di Antonio Caldara, entrambi glorie italiane del barocco. 

Per tutta la durata del Festival, inoltre, sarà attivo il Circuito Dante per cui il complesso Museale San Francesco di Trevi, la Pinacoteca Comunale di Spello e il Museo della Stampa di Foligno accoglieranno i visitatori che presenteranno il biglietto degli eventi del Festival Federico Cesi con ingressi ridotti.

In splendide location a cielo aperto, tra giardini e cortili seicenteschi, artisti di fama mondiale nei main concert, mostre, workshop e maratone musicali animeranno l’atteso appuntamento con la grande musica sotto le stelle: fusione ed esaltazione della bellezza architettonica e paesaggistica di città e luoghi dell’Umbria che si incastonano come perle preziose nel paesaggio italiano. 

Programma

Per informazioni:
festivalfedericocesi.it