Aggregatore Risorse

Assisi e l’Umbria ricordano la Shoah

Assisi e l’Umbria ricordano la Shoah

Il 27 gennaio si celebra in tutto il mondo il Giorno della memoria per non dimenticare lo sterminio degli ebrei. Da Assisi un messaggio forte, contro tutti gli orrori dell’Olocausto.

Assisi e l’Umbria ricordano la Shoah è il titolo delle iniziative in programma il 27 e il 28 gennaio per ricordare il Giorno della Memoria, con incontri, testimonianze, riflessioni e letture online.

Gli eventi sono organizzati dalla Diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, il Comune di Assisi e il Museo della Memoria Assisi 1943-1944, ideato nel 2011 da Marina Rosati con i testi di Annabella Donà e sostenuto dalla Fondazione diocesana Opera Casa Papa Giovanni, con il patrocinio della Regione Umbria e dell’Assemblea legislativa della Regione Umbria.

Allestito nelle sale del Vescovado, l’esposizione racconta la storia di trecento ebrei salvati grazie allo spirito dell’accoglienza francescana di Assisi. Documenti inediti, foto, riconoscimenti, saggi, oggetti e testimonianze sui vari personaggi che si spesero in prima persona per salvare gli ebrei. Uno spazio importante è dedicato a Luigi e Trento Brizi, i tipografici assisani che stamparono i documenti falsi per gli ebrei e insieme ad immagini e riconoscimenti è esposta anche l'antica macchina tipografica con cassettiere, taglierina e timbri. Il Museo ospita infine la Cappellina privata appartenuta al campione Gino Bartali e donata nel 2018 dalle nipoti Gioia e Stella Bartali per ricordare la grande opera di salvezza degli ebrei alla quale partecipò anche il grande ciclista toscano.

Assisi e l’Umbria ricordano la Shoah è un’occasione per ricordare, testimoniare e fare memoria partendo dalla straordinaria storia di Assisi che verrà raccontata attraverso un tour virtuale del Museo in vista di riaprire e ricominciare i laboratori e percorsi formativi con le scuole che possono comunque seguire gli eventi attraverso sito internet e social. 

Nel dettaglio il programma prevede per mercoledì 27 gennaio alle 11.00 la messa in onda del documentario sul Museo della Memoria, Assisi 1943-1944, realizzato da Maria Vision. Alle 16.30 ci sarà la presentazione del libro-racconto Il Castelletto, scritto da una bambina ebrea, Mjriam Viterbi, rifugiata e salvata in Assisi negli anni della persecuzione nazista del 1943-1944. A conclusione i canti ebraici eseguiti dal soprano Laura Cannelli con l’accompagnamento musicale del vescovo di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, monsignor Domenico Sorrentino e di Fausto Perticoni.

Un momento molto significativo si terrà giovedì 28 gennaio alle 16.30 con la testimonianza di Francesco Clerici dal titolo: Io figlio di un rifugiato, nato in una clausura assisana che racconterà la sua toccante esperienza. 

Tutti questi eventi si terranno in diretta streaming e saranno visibili sul sito (www.diocesiassisi.it) e sui canali social (pagina Facebook e You Tube) della Diocesi e sulle pagine Facebook del Museo della Memoria e del Comune di Assisi.

Dal 25 al 31 gennaio sulle pagine Facebook e Instagram della Biblioteca comunale di Assisi sarà possibile seguire letture a tema organizzate in collaborazione con Sistema Museo. In particolare alle ore 11.00 verrà trasmesso Ti presento un libro con bibliografie scelte e alle 17.00 Leggere la memoria con letture tematiche. 

Scaricate il programma

Per informazioni:
www.diocesiassisi.it