Aggregatore Risorse

Lake Trasimeno

Il Lago Trasimeno tra leggenda, arte, sport ed enogastronomia

Paragonato da Lord Byron ad un velo d'argento, il Lago Trasimeno, quarto lago d’Italia per dimensioni, nel corso dei secoli ha affascinato innumerevoli poeti, pittori e viaggiatori.

Si narra che il suo nome derivi da un’antica tragica leggenda con protagonista l’amore tra il principe Trasimeno, figlio del re etrusco Tirreno, e la ninfa Agilla, sentimento nato proprio intorno a questo specchio d’acqua. Lo sposo scompare nel lago il giorno dopo le nozze e la Ninfa lo cerca invano, fino a morire di fatica e di dolore. Da allora, nel vento e nelle onde del Trasimeno, ci sarebbero ancora, secondo la leggenda, il lamento e l’affannosa ricerca di Agilla.

Nei comuni che si affacciano sul lago, o nei tanti luoghi dai quali lo si può ammirare, possiamo scoprire opere d’arte a volte sorprendenti e forme di artigianato ancora autentiche.

Un’interessante fortezza militare si trova, ad esempio, a Castiglione del Lago e porta il nome di Rocca del Leone. Dall’alto delle sue mura antiche si può vedere il Lago Trasimeno da ogni angolazione possibile. E ancora, si può andare alla scoperta del borgo di Città della Pieve, in cui il grande pittore rinascimentale Pietro Vannucci detto ‘’il Perugino’’ è nato e ha lasciato opere di valore inestimabile.

Da non perdere, in tema di artigianato, sono il Museo del Vetro di Piegaro, il Museo del Tulle di Panicale e il Museo del Merletto nell'Isola Maggiore, a Tuoro sul Trasimeno.

Il lago si può anche esplorare facendo un giro in barca o una passeggiata a piedi, in bici o a cavallo. Lungo le sue sponde vi ritroverete di fronte ad una natura rigogliosa di canneti e ninfee bianche, dove si affollano anatre selvatiche, cormorani, nibbi e martin pescatori: un paradiso naturale in buona parte ancora incontaminato.

Nelle sue acque, come ben sanno anche i tanti turisti stranieri, si possono praticare svariati sport acquatici come il kitesurf, la canoa e la vela.

Per chiunque volesse poi fare una pausa con la buona cucina, si possono degustare ottimi piatti a base di pesce di lago, come il Persico Reale e un prodotto unico, riconosciuto come Presidio Slow Food, la Fagiolina del Trasimeno, oltre al pregiato Zafferano di Città della Pieve. Infine, un vero e proprio tour enogastronomico da non perdere è la Strada del Vino Colli del Trasimeno, all’insegna delle eccellenze del territorio come il Gamay e il Grechetto.

Esplora i dintorni
Le principali attrazioni nelle vicinanze