Aggregatore Risorse

Festival delle Nazioni

Festival delle Nazioni

Il Festival delle Nazioni, che ogni anno promuove e diffonde la cultura musicale di una specifica nazione, con l'edizione 2016 prosegue il suo progetto triennale dedicato alla Grande Guerra.


Dopo l'Austria, sarà la Francia il Paese ospite di quest'anno, continuando a rivolgere l'attenzione a quel cruciale momento storico che va dalla fine dell'Ottocento ai primi due decenni del Novecento, quando Parigi divenne la città punto di riferimento per le arti e la ricerca innovativa, accogliendo gli artisti che segneranno il passaggio dalla classicità alla modernità.

Un altro degli aspetti che il Festival esplorerà nel suo cartellone artistico sarà il rapporto della Francia con le terre d'oltremare, aree un tempo colonizzate con le quali ancora oggi persiste uno scambio anche culturale alimentato da reciproche influenze.

Artisti internazionali, progetti speciali realizzati ad hoc, prime esecuzioni assolute, grandi classici e piccole perle del repertorio, storia e memoria ma anche stringente attualità: un programma ricco e articolato in tante istantanee ‘musicali' che con i suoi 16 concerti animerà Città di Castello dal 23 agosto al 3 settembre.
Come da tradizione, due grandi orchestre sinfoniche apriranno e chiuderanno il Festival: l'apertura è affidata all'Orchestre Dijon Bourgogne diretta da Gergely Madaras, mentre la chiusura sarà invece nelle mani del direttore Joachim Jousse e dell'Orchestra della Toscana.

Tanti ospiti in arrivo: il duo pianistico di Katia e Marielle Labèque, la cantante, compositrice e polistrumentista Rokia Traoré, il violinista Renaud Capuçon, il pianista franco-canadese Louis Lortie, il duo Musica Nuda composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti.

Per maggiori informazioni:

www.festivalnazioni.com