Spello

Chiesa di San Claudio

map thumbnail


Fremdenverkehrsamt
Corso Cavour 126 - 06034 Foligno
info@iat.foligno.pg.it
La chiesa di San Claudio si trova fuori dal contesto urbano, lungo la via Centrale Umbra che da Spello conduce a Villa Fidelia.
La costruzione in stile romanico del XII secolo, sorge sui resti di un edificio termale romano. Era uno dei possedimenti dell’abbazia di San Silvestro a Collepino. Nel XIV secolo la gestione della chiesa passò al comune di Spello. 
Tra il XIV e XV secolo fu meta di pellegrinaggi e nello spazio antistante la facciata si svolgevano importanti fiere. Per questa ragione vennero costruiti dei loggiati addossati alle pareti esterne della chiesa, poi distrutti.
La facciata, in pietra calcarea bianca, presenta un campaniletto a vela, ricostruito nel XVI secolo, con due bifore sovrapposte. Più in basso il rosone centrale distrutto dal terremoto del 1832 e ricomposto nel 1883. Ai lati del rosone si aprono due bifore. Tre portali (i laterali chiusi) davano accesso alle tre navate divise internamente da pilastri, a sinistra, e da colonne, a destra. Il soffitto originario a capriate venne sostituito nel XIV secolo da tre arconi in muratura; abbassandosi progressivamente danno l’illusione di una maggiore profondità alla navata centrale. L’altare è formato da un pilastro e da un coperchio di sarcofago romano.
L’abside semicircolare e la navata centrale sono decorate da affreschi di scuola umbra del XV secolo. Nel 1393 l’intera zona presbiteriale fu dipinta dall’orvietano Cola di Petruccioli, possiamo ancora ammirare Sant’Andrea Apostolo, Madonna con Bambino e l’Arcangelo Gabriele, San Rufino e San Lorenzo. Nella navata centrale un affresco attribuibile a Giovanni di Corraduccio (XV secolo) raffigura la Madonna con il Bambino e Sant’Antonio Abate e San Giacomo.