La città di Assisi

map thumbnail


Ufficio informazioni accoglienza turistica
Piazza del Comune 22 - 06081 Assisi
info@iat.assisi.pg.it

Nel 2000 Assisi con il suo Centro Storico (incluse la Rocca Maggiore e la Rocca Minore), la Basilica di San Francesco e gli altri siti francescani (la Cattedrale di San Rufino, la Basilica di Santa Chiara, il Convento della Chiesa Nuova, il Tempio di Minerva, la Chiesa di Santa Maria Maggiore, l'Abbazia di San Pietro, la Basilica di Santa Maria degli Angeli con la Porziuncola, il Santuario di Rivotorto, l'Eremo delle Carceri e il Monastero di San Damiano), insieme alla quasi totalità del territorio comunale, è stata dichiara Patrimonio Mondiale


I motivi per cui la città serafica è stata nominata Patrimonio dell'Umanità sono molteplici. Assisi, con la sua Basilica e la valenza degli artisti che vi hanno lavorato è stata fin da subito d'ispirazione culturale e spirituale: la diffusione del messaggio artistico e spirituale dell'Ordine Francescano si è diffuso in tutto il mondo influenzando l'arte di diverse altre città. Assisi è un esempio unico di integrazione di una "città santuario" nella sua culla natale, la città umbro-romana e poi medievale, per poi giungere ai nostri giorni perfettamente in continuità e sinergia con il contemporaneo. La Basilica di San Francesco è poi considerata un esempio eccezionale di un complesso architettonico che ha modificato il concetto di architettura stessa. Infine, secondo il parere dell'UNESCO, Assisi, come luogo di nascita dell'Ordine Francescano, è "stata strettamente associata fin dal medioevo al culto e alla diffusione dello stesso movimento francescano nel mondo, trasmettendo un messaggio universale di pace e tolleranza".