Foligno

Chiesa di San Francesco - Foligno

map thumbnail


Ufficio informazioni accoglienza turistica
Corso Cavour 126 - 06034 Foligno
info@iat.foligno.pg.it
La chiesa di San Francesco si trova nell'omonima piazza a Foligno.
Costruita nel XIII secolo inglobando la più antica chiesa di San Matteo fu completamente rifatta nel secolo passato su progetto dell'architetto Andrea Vici (1796). I lavori, che durarono molti anni, furono seguiti in una prima fase da Giovanni Bettini poi da Vincenzo Vitali.
Nel 1856 la chiesa, dopo anni di chiusura, fu riaperta al pubblico ma doveva esser ancora costruita la facciata che fu conclusa ad opera dell'ingegner Giovanni Bertuzzi solo nel 1886.
Questa, decorata a stucco, risulta scompartita da cinque lesene con capitelli che sostengono la trabeazione; al di sopra si scorge un  timpano a coronamento della zona centrale. Nella parte bassa si aprono tre portali architravati, riquadrati da semplici cornici.
 
L'interno è di stile neoclassico e presenta un' unica navata con quattro cappelle laterali absidate. Questo è ricco di lesene sormontate da raffinati capitelli a sostegno della cornice aggettante su cui sono impostate le volte.
La copertura, a volte a botte, si trasforma in cupola all'incrocio dei bracci.
La chiesa conserva nella prima cappella a destra dell'ingresso un gruppo ligneo rappresentante il Crocifisso con la Madonna e San Giovanni (1697) del folignate Antonio Calcioni; sul secondo e sul terzo altare sono due urne contenenti la prima il corpo della Beata Angela da Montegiove (1357-1436), la seconda i resti dei beati francescani Filippo e Giacomo trucidati a Bevagna nel 1377 da mercenari bretoni al servizio dei Trinci. Sul secondo altare a sinistra è il corpo della Beata Angela da Foligno e una tela di Gaetano Gandolfi da Bologna che rappresenta la beata. Sul terzo altare a sinistra è la Madonna della Misericordia; nell'altare maggiore San Francesco che riceve le stigmate (1856) del siciliano Pasquale Sarullo. Il catino absidale è decorato con affreschi  della fine del XVIII secolo mentre la sagrestia e la cappella di San Matteo hanno frammentaria decorazione ad affresco di epoca trecentesca.
Il campanile, costruito nel 1911, nel 1926 fu sopraelevato per fare spazio ad una statua in bronzo di San Francesco.