Calvi dell'Umbria

Chiesa della Santissima Trinità - Calvi dell'Umbria

map thumbnail
La costruzione della chiesa, intitolata inizialmente alla Madonna delle Grazie, venne affidata dalla comunità di Calvi nel 1523 al maestro Rinaldo Iacovetti da Calvi, nel luogo in cui un'immagine della Madonna che era raffigurata sulla parete di un'abitazione aveva miracolosamente lacrimato.

Veniva chiamata anche Madonna dello Sportello perché si trovava presso un'antica porta del paese detta lo Sportello posta nell'antica cerchia muraria precedente l'espansione verso valle del centro abitato. L'edificio si sviluppa su più livelli, "arrampicandosi" sul costone roccioso del paese e in pianta è composto da un ottagono nella zona presbiteriale e da un rettangolo in quella riservata ai fedeli: queste due parti, la prima coperta da una cupola la seconda da una volta a crociera, sono collegate da un grande arco trionfale che conferisce unitarietà all'ambiente.

All'interno è presente un affresco raffigurante una Madonna con Bambino databile alla metà del XV secolo.

All'esterno sono da notare il portale in pietra calcarea scolpita con l'architrave recante la scritta AVE REGINA CELORUM, le pianelle decorate dello sporto di gronda e la lanterna ottagonale caratterizzata da paraste con cornici e capitelli in cotto e coperta con scandole di laterizio, giustapposte le une alle altre.