Castiglione del Lago

Da Passignano a Castiglione lungo la Strada dei vini Colli del Trasimeno

A spasso con gusto lungo le sponde Trasimeno: pesce e vino rosso, il matrimonio che non ti aspetti 

map thumbnail

Dopo aver parcheggiato comodamente lungo il molo inizia il tuo giro per Passignano sul Trasimeno
Il nucleo più antico è ancora oggi cinto dalle mura medioevali che testimoniano lo sviluppo da piccolo borgo agricolo, durante l'Impero romano, a castello aspramente conteso fra Arezzo, Perugia e Firenze. Non ci sono grandi monumenti, ma passeggiate e località molto piacevoli, come la cinta muraria, la chiesa di San Rocco e il santuario della Madonna dell'Oliveto.
Proprio l'olio è uno dei prodotti più antichi e tipici dell'area: ricorda di assaggiare la varietà "Dolce Agogia", indicata per le pietanze delicate e il pesce. Prosegui fino a Tuoro sul Trasimeno, un quattrocentesco villaggio di pescatori che sorge nell'area che fu teatro della battaglia in cui l'esercito cartaginese di Annibale annientò oltre 16.000 romani: un evento celebrato ogni anno con uno spettacolo.
A poca distanza puoi visitare la Pieve di Confine, un edificio romanico degli inizi del XII secolo ed il castello di Monte Gualandro. Se viene l'appetito, inizia con insalata di farro e fagiolina del Trasimeno: un legume coltivato fin dall'antichità, oggi presidio slow food. A seguire il pescato del lago,  magari in zuppa al "tegamaccio" di coccio: un'occasione per brindare con il Gamay del Trasimeno. Eresia? Non essere scettico, questo rosso giovane e fruttato, dai tannini vellutati e poco aggressivi, sembra nato per accompagnare questa pietanza.
Per i fritti, le insalate di pesce o i crostacei meglio un grechetto  secco o un trebbiano, spesso in tandem con pinot grigio o chardonnay, a scelta tra le doc dei Colli del Trasimeno, Perugini o Altotiberini.  Per digerire, quattro passi alla Punta Navaccia, Lido di Tuoro, per vedere le colonne di Campo del Sole: un insieme architettonico di sculture realizzato da artisti internazionali.
Quando arrivi a Castiglione del Lago, il percorso ideale inizia con la visita alla chiesa di Santa Maria Maddalena:  a seguire il Castello del Leone e il contiguo Palazzo della Corgna. Il premio, a fine giornata, sarà un piatto a base di zafferano della vicina Città della Pieve